LEGGI L'INFORMATIVA FEDERTREK RIGUARDO LE ESCURSIONI


PROSSIME ESCURSIONI



DOMENICA 1 NOVEMBRE 2020 - Ieri Albalonga oggi Albano

un viaggio nella storia

Albano Laziale è una cittadina del territorio chiamato “Castelli Romani”, centro di grandi
tradizioni, oggi è prevalentemente un paese che basa la sua economia sul commercio di beni
di consumo. Fortunatamente la sua storia e la sua cultura sfida il tempo e la puoi trovare nei
suoi monumenti, nelle sue chiese, nelle sue piazze. La tradizione (confermata
dall’Archeologia) vuole che il nome Albano discenda direttamente da quello di Albalonga,
città dei Latini e madre di Roma. Albalonga, per molti secoli fu il centro più importante del
popolo dei Latini. La nascita di Roma e il suo potere sempre più forte, portarono all’
inevitabile scontro tra le due città, è qui che nasce la leggenda/storia della sfida tra gli Orazi e
Curiazi. Ad Albano del periodo dell’Alto e basso medioevo, rimangono poche testimonianze,
la più importante è la chiesa di San Pietro. Nei secoli successivi, la cittadina diventò centro di
dimora e vacanze delle grandi famiglie nobiliare di Roma, legate al potere Pontificio Romano,
furono costruite eleganti palazzine e ville, iniziò un periodo fiorente, di forte richiamo per
artisti (pittori scultorie poeti) provenienti da tutta l’Europa. Albano entra a far parte del Regno
Italiano nel 1870. Nel 1 Febbraio del 1944, Albano fu bombardata dagli Americani, le vittime
furono centinaia, tante si rifugiarono nella villa Pontificia, credendo di essere al sicuro, ma gli
“Yankee”ancora non avevano inventato le bombe intelligenti, colpirono il collegio di
Propaganda Fide, fu una strage. Ogni anno ad Albano e a Gandolfo si ricorda questa strage,
con una camminata con una grande partecipazione di persone, che parte da Castel Gandolfo e
termina ad Albano.


  • Difficoltà: T
  • Dislivello: Salita/Discesa: 50m
  • Lunhezza percorso: 4Km
  • Durata: 1h 30' (senza soste)

SCARICA LA LOCANDINA



IL GIORNALINO DI MONTAGNA LIBERA

ULTIMO NUMERO: Roccantica, il trekking degli eremi