LEGGI L'INFORMATIVA FEDERTREK RIGUARDO LE ESCURSIONI





AGGIORNAMENTO PROGRAMMA 2021



La situazione nazionale si sta avviando verso la normalità, questo ci porta  ad una visione positiva per le nostre attività.
Abbiamo realizzato il programma escursionistico per il 2021.
Alcuni giorni prima di ogni escursione, sarà pubblicata la locandina dove sono riportate in dettaglio le caratteristiche tecniche dell'escursione e quindi solo in quel momento saranno aperte le prenotazioni.

CLIC QUI PER SCARICARE IL PROGRAMMA


DOMENICA 13 GIUGNO 2021 - PARCO REGIONALE DEI MONTI SIMBRUINI


Da Prataglia a Camerata Vecchia

Una tipica area protetta della montagna appenninica, cime che raggiungono i 2000 metri,
estese faggete, ampi pianori carsici, ricchezze d' acque sorgive, caratterizzata al suo interno
da piccoli centri abitati ricchi di testimonianze storico-artistiche a volte millenarie. Il Parco
Regionale dei Monti Simbruini si estende per circa 30.000 ettari, compreso fra la valle
dell'Aniene ad ovest - nord ovest, quella del Sacco a sud ovest e il confine abruzzese e est, ed i
monti Ernici a sud est. Il territorio, prevalentemente montuoso, è caratterizzato dalla presenza di
due corsi d'acqua: il fiume Aniene, che nasce in uno dei luoghi più suggestivi del Parco in
località Fiumata nel Comune di Filettino (Fr), e il torrente Simbrivio, che ha origine poco a
monte dell'abitato di Vallepietra (Rm) sotto il santuario della SS.Trinità. Ai due fiumi fanno da
contorno le montagne del sistema orografico dei Simbruini: le vette del Monte Viglio (2156 m) e
del Monte Tarino (1961 m), il Monte Autore (1855 m) da cui si gode uno spettacolo
particolarmente suggestivo e il Monte Cotento (2015 m) che domina l'abitato di Filettino. La
catena montuosa è interrotta da vari pianori di origine carsica, aree pianeggianti circondate da
pendici ammantate di faggete, dove non è raro trovare doline ed inghiottitoi che testimoniano il
lavoro secolare dell'acqua sulla matrice rocciosa. Tra i piani carsici più interessanti si segnalano
quelli di Camposecco, Prataglia, Campaegli, Campo Buffone e Ceraso.


I° Percorso : Prataglia – Camerata Nuova: Difficoltà: E
Dislivello salita: 240 m. Dislivello Salita: 240 m.
Lunghezza percorso: 11.00 circa km Durata 3,00 h circa

II° Percorso: Prataglia – Prati di San Bartolomeo: Difficoltà T
Dislivello salita: 180 m. Dislivello discesa: 180m. Lunghezza: 8 km
Durata: 2,20h

CLIC QUI PER SCARICARE LA LOCANDINA



DAL 24 AL 25 LUGLIO 2021- MONTI SIBILLINI


I luoghi della Ricostruzione
Pretare - Piedilama -Borgo di Arquata – Trisungo

il Monte Vettore e il Sentiero per Tutti

Trascorreremo due giorni nei territori di confine tra l’Umbria e le Marche, devastati dal terremoto del 2016. Ritorneremo dopo 10 mesi per portare la nostra solidarietà e un piccolo contributo economico. Un territorio ricco di tesori naturali nel Parco dei Monti Sibillini.



CLIC QUI PER SCARICARE LA LOCANDINA


3 - 8 SETTEMBRE 2021 - KALABRIA COAST TO COAST




Dalle bianche spiagge ioniche della Costa degli Aranci, partendo da Soverato e attraversando il
territorio montano delle Preserre Calabre nel loro tratto più breve, passando per i suggestivi borghi
di Petrizzi, San Vito sullo Ionio e Monterosso Calabro, il Cammino Kalabria Coast to Coast, giunge
nella pittoresca Pizzo, arroccata su uno sperone tufaceo che si erge a picco sulle dorate spiagge
tirreniche della Costa degli Dei. Il Cammino Kalabria Coast to Coast, è un percorso naturalistico di
55 km, da assaporare a passo lento tra distese di ulivi secolari, filari di vite, campi di grano e fichi d’
india, boschi di castagni e faggi secolari, pittoresche pietre granitiche modellate dal tempo e la
magnifica oasi naturalistica del lago Angitola. Ma è soprattutto un viaggio emozionale e sensoriale
all’ interno di una Calabria lontana dalle consuete rotte turistiche, alla scoperta di quegli antichi
sapori e valori che sono le radici di questa meravigliosa Terra, ricca di storia e cultura millenaria e
dove il tempo sembra essersi fermato.”

CLIC QUI PER SCARICARE LA LOCANDINA




IL GIORNALINO DI MONTAGNA LIBERA

ULTIMO NUMERO: Roccantica, il trekking degli eremi